domenica 24 giugno 2012

funghi pleurotus

ciao a tutti
nell'ultimo mese mi sono dedicato ad un alimento molto apprezzato dalla gente:i funghi
dopo un giro sul web ho scoperto che in america e in Inghilterra e' diffusa la coltivazione di funghi selvatici ( che alla fine non sono piu' selvatici) usando prodotti di riciclaggio a base di cellulosa...
infatti molti funghi selvatici i piu' famosi i pleurotus ( tra cui appartiene il cardoncello) crescono proprio su substrati a base cellulosa tra cui paglia, segatura, legno... ma la cosa piu' interessante e' che loro crescono anche su cartoni, e polvere di caffe'.
infatti il caffe' che noi beviamo non e' altro solo 1% del caffe' va nella nostra tazza il resto lo si butta. ma questa polvere rimasta e' ricca di fibra che e' costituita da cellulosa. per di piu' il caffe' e' anche sterilizzato dall'acqua bollente che l'attraversa quindi con un minore rischio di contaminazione... ora questo e' solo un primo post perche' volevo condividere questo mio progetto con voi ma non e' al 100% completato visto che i risultati sono abbastanza scarsi...
purtroppo la fase di sviluppo del micelio e' molto delicata e a volte si rischia di contaminare il substrato e quindi di gettare via tutto. finora solo alcuni vasi sono stati gettati dovuto dalla contaminazione e poi devo cercare di perfezionar la fase di colonizzazione visto che i cartoni inoculati sono passati gia' alla fase di fruttificazione prima di essere 100% colonizzato
comunque ecco alcune foto dei primi tentativi.
tentativo 1: prima di colonizzasi ha prodotto questo funghetto che poi si e' essiccato..

tentativo 2: questo e' il cardoncello sta crescendo ma avrei preferito che si colonizzasse di piu'

tentativo 3: questi sono i funghi ostriche cresciuto nel caffe'... ora sta crescendo e il caffe' si colonizza molto meglio.. forse e' la carenza di nutrimenti nei cartoni che blocca la colonizzazione

tentativo 4: ho preparato un nuovo campione aggiungendo piu' cartoni per ora e man mano che si colonizzera' aggiungero' il caffe'. speriamo
ora provero' ad usare entrambi visto che altri tentativi fatti con il caffe' hanno prodotto la muffa.
secondo un sito specializzato di funghi ( sito inglese) e' consigliato di partire da una colonizzazione dai cartoni visto che l'assenza di nutrimenti il rischio di contaminazione e' minimo e poi aggiungere un po' di caffe' alla volta per finire la colonizzazione e innestare la fase di fruttificazione.
speriamo che vada bene e sto cercando anche a provare a produrre le spore da me ma richiede un ambiente altamente sterile...

PREPARAZIONE DELLE SPORE
oggi ho deciso di aggiornare questo post visto che i precedenti tentativi non mi hanno dato risultati molto soddisfacenti... il problema e dovuto dalla mancanza di un ambiente sterile, temperature variate e presenza di luce..
quello che pensavo che i funghi stavano crescendo in realta' non  e' altro una falsa partenza della fase di fruttificazione ma non essendo pronto per lo svilutto di fughi quei piccoli funghetti si sono essicati.. il substrato deve incominciare a fruttificare solo quando il substrato e stato pienamente colonizzato. la falsa fruttificazione avviene se il substrato viene a contatto con una fonte di luce molto forte, canbiamenti di temperatura...
allroa dopo un po' di ricerche ho capito che devo partire da zero ma facendo le cose un passo alla volta. prima di tutto bisogna crearsi le spore e il metodo piu' veloce per me e' stato quello di inoculare parte delle spore ( grano gia colonizzato) al grano sterile ecco i dettagli:
come base ho scelto i semi che si danno agli uccelli e prima di tutto va lavato per bene finche' l'acqua non risulta limpida.. dopo bisogna lasciare a mollo per almeno 12 ore, dopo lavarli per togliere quella patina gelatinosa che si e' formata...
ora si puo' procedere in due modi: la prima e' quello di mettere i semi in un vasetto di vetro per la sterilizzazione fatta in una pentola a pressione, l'altro invece prevede la sobbolitura dei semi in modo dafar assorbire piu' acqua possibile e bloccare la germinazione dei semi. dopo la sobbolitura ( 20-30 min) i semi vano risciacquati e scolati per bene... ora io ho provato entrambi i modi.
dopo di che mettere i semi nei vasetti di vetro e chiuderli con il tappo che e' stato precedentemente bucato ( all'incirca 15mm) e riempito con del polyfill ( prodotto sintetico tipo ovatta che si trova nei cuscini) che servira' da filtro per i scambi gassosi ( un accumolo di anidride carbonica favorisce la contaminazione).
ora bisogna fare la sterilizzazione nella pentola pressione... non e' congliabile la pentola normale visto che le temperature nella pentola a pressione e' di 130 gradi che non e' possibile avere nella pentola normale. coprite i tappi con un po' di carta argentata per evitare che l'acqua entri nel vaso. riempire l a pentola fino a coprire a meta' i barattoli e mettere una griglietta sotto per evitare che al contatto con la pentola si rompono i vasi.. la sterilizzazione va fatta per 90 min contanto dal primo fischio delle pentola.. dopo lasciar che la pentola perda pressione, aprire e agitate i barattoli per evitare che si attaccano. dopo che i semi si sono raffreddati procedere alla innoculazione.
come gia detto ho usato dei semi gia' colonizzati comprati da un venditore di spore.
ora assicurasi che ci sia un po' di igiene in giro ( lavarsi le mani e dissinfettare il tavolo di lavoro e possibbilmente indossare una mascherina o evitate di respirate direttamente dentro il barattolo) aprite i barattoli agggiungere le spore, chiudere e sbattere il vasetto in modo da diffondere le spore.
mettere i barattoli in un posto ben aereato e con temperature sui 20-25 gradi evitando il contatto con la luce.



questo e' il barattolo dopo l'inoculazione ( a sinistra) e dopo tre giorni ( a destra)
come vedete quella muffetta bianca e' il micelio che si sta diffondendo, quando tutto il grano sara' bianco la colonizzazione e' completata.
ecco dopo 10 giorni come si prestenta la bottiglia
  ora visto che il micelio si e' sviluppato e colonizzato tutta la bottiglia si puo' inoculare il substrato..
come substrato per ora sto cercando di utilizzare materiale reciclato dal ristorante in cui lavoro.. il substrato e' un misto di caffe esausto dell'espresso e cartoni corrugati... il caffe' e' gia' sterilizzato durante la produzione dell'espresso. il tutto deve essere mishiato e aggiungere solo una piccola quantita' di acqua e permettere i cartoni tagliati a piccoli pezzi di assorbire l'acqua che e' presente e assorbire l'eccessiva umidita' presente nel caffe'... il tutto deve risultare umido ma non bagnato altrimenti si sviluppano le muffe.
dopo aver preparato il substrato e' consigliabile innocularlo con il 10% di spore. fatto questo mescolare il tutto , coprire con pellicola o in una busta e aggiugere della polyfill come filtro


aggioranmento 29/07/12
queste foto sono il risultato di un'altro blocco preparato ma ho cambiato la tecnica per  la pastorizzazione dei cartoni....
i cartoni li ho messi in acqua a 80 gradi e li ho lasciati per una decina di minuti finché la temperatura non scende sui 60 gradi.. dopo per assicurarsi che non sono tanto bagnati e che abbia una giusta quantita di umidita' ( tanta acqua rallenta la colonnizzazione e aumenta il rischio di contaminazione) ho messo i cartoni bagnati dentro un copri cuscino e messo il tutto in lavatrice mettendo solo la centrifuga in funzione... dopo i cartoni erano umidi ma non bagnati e in 2 settimane di tempo il tutto era gia ben colonizzato...
conme vedete si sono creati i primi chiodini... ora tra 2 settimane si formeranno i funghi


vi terro' aggiornati

6 commenti:

  1. ...ma riesci sempre a stupirmi...anche i funghi?!
    Io adoro i funghi, ti seguirò attentamente.
    Pat

    RispondiElimina
  2. ora sto provando a fare una incubazione usando i semi che si usano per gli uccellini.. sto cercando di perfezonare la produzione di spore per poi provare a fare i funghi...
    spero di riuscire in questa impresa....

    RispondiElimina
  3. ...dai metti a punto il metodo così poi, con le tue indicazioni, ci provo anch'io!
    P.s. gli ortaggi, che su tuo stimolo, ho messo sul balcone stanno andando meglio di quelli nell'orto.
    Poi le patate in vaso...una bella soddisfazione!
    Pat

    RispondiElimina
  4. i barattoli di semi pronti per la incubazione delle spore sembra che sta partendo.. ora speriamo che non venga contaminato... forse provero' ad usare la paglia come substrato anche xke sembra di essere la miglior soluzione... staremo a vedere...
    sai anche a me sembra che nei vasi sembra meglio... specialmente qui in inghilterra che sta piovendo di continuo il drenaggio e' molto eficente e le piante non si affogano... come risultati non sono per niente deluso perche' ogni giorno mangio qualcosina...una paio di fragole una zucchina un po di piselli e anche le patate dei vasi... sai non posso far un pianto ma io mi accontento di cucinarli tutti insieme ( eccetto le fragole) e mangiarli con un po' di pasta o in insalata chi si accontenta gode.
    PS. hai visto le foto delle patate che ho raccolto?

    RispondiElimina
  5. Complimenti, che pazienza. Anche a me piacerebbe coltivare i funghi ma non riuscirò mai, troppo complicato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Claudia. Cmq è più difficile a dirlo che a farlo ma sulla pazienza hai ragione ne devi averne un po'.

      Elimina